Login Registrati

Accedi al tuo account

Username *
Password *
Ricordami

Crea un account

I campi segnati con asterisco (*) sono richiesti.
Nome *
Username *
Password *
Verifica password *
Email *
Verifica email *

Vieni a Napoli potrai partecipare a esclusive escursioni ;

  • Visit Pompei

  • Sinagoga

    Sinagoga

  • Napoli giro città

  • Museo del Tesoro di San Gennaro

    Museo del Tesoro di San Gennaro

  • Congressi a Napoli: prenotazioni alberghi e servizi turistici

    Congressi a Napoli: prenotazioni alberghi e servizi turistici

Itinerari in Puglia (Salento)

Di seguito illustriamo una serie di itinerari, i cui costi saranno probabilmente rivisti, della Puglia e in particolare del Salento 
ITINERARI STORICO ARTISTICI:
1. Lecce Romana e Barocca: Mezza giornata
2. Gallipoli: Mezza giornata
3. Otranto: Mezza giornata
4. Da Otranto a Leuca – Giornata intera
5. Grecìa Salentina - Giornata intera
6. Itinerario Bizantino 1: Muro Leccese, Ortelle, Nociglia – Giornata intera
7. Itinerario Bizantino 2: Carpignano, Otranto, Giurdignano – Giornata intera
8. Itinerario Angioino “nelle terre del Principe”: Galugnano, Galatina, Soleto – Giornata intera
9. Tour delle cripte rupestri – Giornata intera
10. Tour in barca da Otranto
ITINERARI ALTERNATIVI:
a. L’ultimo Giullare del Salento, Itinerario Storico Fantastico tra Leggende e Monumenti di Lecce
b. La "putea" dell’artigiano, visita nelle botteghe d'arte di Lecce – durata circa 2 ore e mezzo
c. Tour nelle terre del Negroamaro - Il Salento raccontato da un altro punto di vista
d. Itinerario Naturalistico nell’area marina protetta di Porto Cesareo
e. Visita guidata di Lecce in bicicletta
f. Servizio navetta - Itinerari solo con autista
· Possibilità di personalizzare i tour secondo le esigenze con inserimento di ulteriori tappe.
· Disponibilità del servizio guida anche per Ostuni, la Valle d’Itria e in tutte le località turistiche del  territorio.
1. Lecce Romana e Barocca - HD
Dalle origini messapiche e romane, fino al grande periodo del Barocco leccese, una passeggiata per il centro storico che porterà a scoprire le meraviglie che fanno di Lecce una delle città più belle del sud Italia. L’itinerario inizia da Porta Napoli, per giungere poi a Piazza Duomo (Cattedrale, Campanile, Episcopio, Seminario), il cuore barocco di Lecce. Si continua ,poi, passando per la Chiesa di Sant’Irene, verso Piazza Sant’Oronzo, dove è possibile ammirare i resti dell’Anfiteatro Romano, la chiesa di San Marco e il Sedile.
Passeggiando per le strade del centro storico si giunge così alla Chiesa di Santa Chiara e al Teatro Romano, altre particolari testimonianze della storia di Lecce. L’itinerario si conclude alla Basilica di Santa Croce, gioiello del Barocco leccese, e all’annesso Convento dei Celestini.
2. Gallipoli - HD
Alle porte della città vecchia, prima tappa dell’itinerario è la Fontana Greca, esempio dello stile rinascimentale ispirato al mondo antico (e in passato ritenuta per questo di età greco-romana). Attraversando il ponte che unisce l’antico centro al Borgo Nuovo, si entra poi nel cuore della città, protetta dal possente Castello con il suo Rivellino. Da Via Antonietta De Pace si giunge alla Cattedrale, dedicata a Sant’Agata, martire catanese, le cui reliquie giunsero a Gallipoli. Si prosegue poi per le stradine tortuose della città, ammirando i palazzi e le caratteristiche case a corte, per poi percorrere le riviere su cui si affacciano le numerose chiese confraternali del ‘500 tra cui la Chiesa della Purità, di San Francesco d’Assisi e del Rosario.

3. Otranto - HD
Porta d’Oriente, arroccata sul mare. La visita della città vi porterà alla scoperta della Cattedrale normanna, con il suo splendido mosaico pavimentale, della Chiesa di San Pietro, attestazione della dominazione bizantina in Terra d’Otranto, e del Castello, fatto ricostruire dagli Aragonesi quando liberarono Otranto dal dominio turco nel 148
4. Da Otranto a Leuca, Salento Panorama – FD
Prima tappa dell'itinerario è la città di Otranto, Porta d’Oriente, arroccata sul mare. La visita della città vi porterà alla scoperta della Cattedrale normanna, con il suo splendido mosaico pavimentale, della Chiesa di San Pietro, attestazione della dominazione bizantina in Terra d’Otranto, e del Castello, fatto ricostruire dagli Aragonesi quando liberarono Otranto dal dominio turco nel 1481. Lasciata Otranto si prosegue poi verso la cava di Bauxite, uno dei gioielli nascosti del Salento a cui segue una sosta con pranzo in una tipica masseria.
L’itinerario prosegue lungo la costa adriatica, spettacolare paesaggio roccioso scandito dalle torri di avvistamento cinquecentesche, fino a giungere a Santa Maria di Leuca e al suo Santuario.
5. Grecìa Salentina: Galatina, Corigliano d’Otranto, Carpignano Salentino - FD
Cuore del Salento, la Grecìa Salentina è quell’area in cui più sono rimaste radicate le tradizioni greche. Ogni piccola città nasconde qualcosa da visitare. L’itinerario prevede la visita di Galatina, con la splendida trecentesca Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria e la piccola Chiesa di San Paolo, dove ci si recava per guarire dal morso della taranta. Si prosegue verso Corigliano d’Otranto, famosa per la facciata barocca del suo castello, per concludere a Carpignano Salentino, dov’è situata una delle più importanti testimonianze architettoniche di età bizantina: la cripta delle Sante Cristina e Marina. Nelle strade di campagna tra l’uno e l’altro centro è possibile poi osservare la tipica architettura in pietre a secco caratteristica della zona: muretti  di divisione, pajare, costellano le campagne raccontando lo sforzo di quei contadini che tramite lo spietramento hanno consentito a questa terra di essere coltivata.
6. Itinerario Bizantino 1: Muro Leccese, Ortelle, Nociglia – FD
Muro Leccese: visita alla chiesa di Santa Marina, edificio costruito con blocchi di reimpiego provenienti dalla locale cinta muraria messapica. L’interno custodisce un interessantissimo ciclo di affreschi del X secolo che raffigura la vita e le opere di san Nicola di Mira.
Poco fuori dalla cittadina insiste la restaurata chiesa di Santa Maria di Miggiano, nel cui interno, a navata unica, si contempla un affascinante ciclo pittorico bizantineggiante realizzato tra XIII e XIV sec. Nociglia: chiesa di Santa Maria de Itri, autentico palinsesto pittorico costituito da ben sette strati di affreschi che si stratificano senza soluzione di continuità dall’XI al XVIII sec.). Desta straordinario interesse la più antica rappresentazione a oggi nota di santa Cesarea, martire salentina cui è intitolata l’omonima località termale della costa a Sud di Otranto.
Rinfresco presso trattoria salentina ubicata nel centro storico di Surano con suggestivo giardino-aranceto che affaccia sull’abside della chiesa matrice. A pochi metri il laboratorio di arte tessile delle sorelle Solazzo (Surano), tappeti, coperte, arazzi lavorati da mani amorevoli su antichi telai in legno con la tecnica del “fiocco leccese” e di Surano.
Ortelle: cripta di Santa Maria della Grotta, una sorta di macro-scultura cava semi ipoegea, all’interno della quale si annoverano affreschi di varie epoche e, soprattutto, una rarissima Allegoria della chiesa cattolica romana denominata: il “Manifesto Latino di Ortelle”.

7. Itinerario Bizantino 2: Carpignano, Otranto, Giurdignano – FD
Carpignano: Cripta delle sante Marina e Cristina. La straordinaria fama del monumento risiede nella presenza di una programma decorativo corredato da numerose iscrizioni in greco che trasmettono, sin dal 959, il nome dei pittori, la data d’esecuzione degli affreschi e l’identità dei devoti. Ne emerge quello che è stato definito un imponente archivio di immagini e di informazioni sulla cultura bizantina della Puglia.Otranto: basilica di San Pietro. È un piccolo edificio con pianta a croce greca inscritta in un quadrato che svetta sulla parte più alta della città. Nella volta a botte della navata sinistra si conservano affreschi con le Storie di Cristo attribuiti al pittore greco Teofilatto (X secolo). Colazione presso luogo da definire Giurdignano. Cripta di San Salvatore (fine XII - inizi XIII). Posta a circa tre metri sotto il piano stradale,contempla un pregevole soffitto interamente scolpito nella roccia con tre finte cupole e varie tipologie di finti soffitti: a vela, a cassettoni, a capriate e a doppia falda, diramati in varie direzioni quasi a suggerire un enigmatico percorso simbolico e liturgico.
Stante la breve distanza le tappe sono intercambiabili. Si accede alla visita guidata con gruppi di max 25 partecipanti (portatori di handicap in carrozzina solo con accompagnatori). Distanze a piedi perlopiù brevi e grado di difficoltà basso; indossare scarpe comode con suola antiscivolo.
8. Itinerario angioino “nelle terre del principe”: Galugnano, Galatina, Soleto – FD
Galugnano. Poco fuori dal paesino, in una campagna incontaminata punteggiata da ulivi secolari, muretti a secco e architetture rurali salentine, sorge la chiesetta di Santa Maria della Neve. Il recente restauro condotto dalla Soprintendenza di Puglia ha svelato un ciclo tardogotico di straordinaria raffinatezza all’interno del quale sante e santi abbigliati all’ultima moda angioina raccontano i fasti della corte dei principi del Balzo Orsini, la più potente e turbolenta casata feudale della Puglia. Galatina. Basilica di Santa Caterina d’Alessandria. Recentemente proposta al vincolo Unesco conserva il ciclo tardogotico più importante della Puglia, ma anche il più vasto programma decorativo medievale italiano dopo quello della basilica di San Francesco ad Assisi. Manifesto politico dei principi del Balzo Orsini, racconta di una grande stagione tardogotica salentina, ma soprattutto le ambizioni di una potentissima casata feudale che rappresentò l’ago della bilancia nella politica interna del Regno di Napoli.Soleto. Chiesa di Santo Stefano Protomartire. Si tratta di un piccolo gioiello di architettura gotica sorto in quella che fu la capitale di una vasta contea retta dagli Orsini. Il monumento, posto all’ombra di una altissima torre da cui il Signore dominava l’intero territorio, conserva un pregevole ciclo di affreschi trequattrocenteschi che ne fanno una piccola cappella Scrovegni.
9. Tour delle cripte rupestri – FD
Tappe visitabili:
· Vaste cripta SS Stefani e Museo affreschi bizantini Poggiardo (ingresso € 4,00 p.p.)
· Giurdignano (cripta s. Salvatore)
· Casaranello Chiesa di Santa Maria della Croce
· Insediamento rupestre Macurano (Alessano)
10. Tour in barca da Otranto (da Maggio):
· 1 gg - Escursione giornaliera fino a S. Maria di Leuca senza pranzo. Partenze da Otranto – S. Cesarea T. –Castro – Andrano – Tricase. Minimo 50 persone - € 40,00 p.p.
· 1 gg - Escursione giornaliera fino a S. Maria di Leuca con pranzo a bordo. Partenze da Otranto – S.Cesarea T. – Castro – Andrano – Tricase. Minimo 30 persone - € 65,00 p.p.
· ½ gg - Escursione Otranto – Castro. Minimo 30 persone - € 30,00 p.p.

ITINERARI ALTERNATIVI
a. L’ultimo Giullare del Salento, Itinerario Storico Fantastico tra Leggende e Monumenti di Lecce di e con Renato De Santis - Esperienza tatrale, durata 75 minuti – massimo 10/15 persone Uno straordinario viaggio tra storie e leggende. Un’indimenticabile esperienza teatrale con un’insolita sceneggiatura: i Palazzi, le Chiese e i Monumenti dove i fatti si sono svolti. I Luoghi di Lecce raccontano le loro storie più segrete e si schiudono come scrigni da esplorare, diventando splendidi involucri ricolmi di fantomatico mistero. Gli episodi in breve:
· il primo è la leggenda della fondazione. Ho scoperto che a Lecce ci fu una specie di resa dei conti mitologica a parti invertite fra i discendenti di Dedalo (ormai alla guida di una città fortificata) e Idomeneo (nipote di Minosse) con quello che restava della sua flotta dopo la guerra di Troia e una serie di avventure per mare da 'fratello sfigato di Ulisse'.
· Una storia ambientata durante i moti masanelliani in cui un vescovo rinchiude tutto il clero nella piazza del Duomo (una specie di piccola città del Vaticano, completamente isolata), lo arma e lo porta in giro a sedare le rivolte in giro per la città. (e qui c'è la storia di un popolano che si traveste da prete per sentire l'arringa del vescovo, basata cronache dell'epoca e e con i ritmi della giullarata tradizionale).· Un'altra storia di amore e morte, bellissima, in cui la figlia di un nobile si innamora del praticante maniscalco e, quando il padre le mura la finestra dalla quale comunicavano, se ne ammala talmente che ne muore. Poi la storia ancora più affascinante della famiglia che abitava di fronte in cui una donna dalla forza straordinaria si oppone al marito scialacquone andando una notte dal notaio e scrivendo di suo pugno (siamo nel 1718-19, con analfabetismo femminile vicino al 100%) che MAI in vita sua, se non sotto minacce o maltrattamenti, avrebbe rilasciato donazioni a suo marito! Da brividi.· E infine un resoconto sul Barocco, redatto da Andrè Maurel, uno degli ultimi scrittori di guide per Grand Tour d'Italie... a cui il barocco proprio non piace! Ma che mentre scrive ha come delle visioni di chiese pure, senza ornamenti...
I prezzi sono: 1 persona: € 35,00; 2 persone: € 30,00 p.p.; 3 persone: € 25,00 p.p.; da 4 persone: € 20,00 p.p.
b. La "putea" dell’artigiano, visita nelle botteghe d'arte di Lecce – durata circa 2 ore e mezzo
Ultimi eredi di un’arte che ancora echeggia nel pavoneggiante volto della città: artigiani, restauratori e maestri sono i custodi di tecniche tramandate da generazioni. Nelle loro botteghe nascoste nel centro storico di Lecce, tra vicoli e corti, si può osservare un appassionante lavoro svolto con semplice dedizione.Poter visitare questi luoghi è come compiere un salto nel passato, alla scoperta di una tradizione artistica che ha mantenuto il suo fermento creativo e che si esprime ancora nell’artigianato leccese.
Un itinerario irrinunciabile attraverso il quale entreremo in contatto con personaggi che ancora oggi incarnano i veri tratti del carattere salentino tra fantasia e originalità.
ITINERARIO: La passeggiata comincia con la visita in un Laboratorio della Pietra Leccese. Grazie alla sua malleabilità questa pietra da sempre si è rivelata protagonista nella storia della città. Osservandone la lavorazione si scoprirà la sua versatilità; si pensi che nel passato godeva di una tale popolarità da essere usata come medicina, mentre oggi se ne ricavano complementi d’arredo e addirittura gioielli, continuando ad essere utilizzata nell’edilizia. La seconda tappa prevede la visita nel Laboratorio di Restauro C.R.C.,situato in via dei Sepolcri Messapici in un antico Palazzo del ‘500. Qui si potranno ammirare affascinanti opere d’arte locale: dipinti su tela del ‘600 e ‘700, icone, antiche stampe, opere lignee e molto altro. Come degli investigatori, osservando un opera da vicino, coglieremo particolari che difficilmente si percepiscono ad occhio nudo e scopriremo elementi che raccontano affascinanti vicende. Si prosegue con la visita presso la Bottega di Cartapesta, dove le sapienti mani dei maestri ci mostreranno i metodi ed i trucchi usati per creare manufatti di squisita fattura come i pupi dei mestieri, figurine che rappresentano i lavori di un tempo caratteristici della tradizione locale. Durante il percorso si avrà modo di ammirare statue in cartapesta che adornano alcune cappelle e vie della città. Infine si visiterà un Atelièr di Pittura, dove si ammireranno opere di un'artista interprete della tradizione pittorica del paesaggio salentino. L’importanza della luce, le tecniche per ottenere i colori, lo studio della natura, permettono di guidare il visitatore ad una lettura più profonda delle opere d’arte.
Costo della guida della durata di circa 2 ore e mezzo (max 25 persone) – solo italiano.

c. Tour nelle terre del Negroamaro - Il Salento raccontato da un altro punto di vista  La visita ha una durata di 2.5/3 ore circa
Arrivo a Guagnano alle ore 9.00 (ore 15.00 per le escursioni pomeridiane) e visita al Museo del Negroamaro (vecchio palmento ristrutturato) all’interno del quale sono custoditi tutti quegli arnesi e attrezzi utilizzati un tempo per la lavorazione dei campi e per la produzione del vino (secondo la disponibilità della struttura).(durata max. 30/45 minuti)
Successivamente, rotta verso i vigneti della cantina per ammirare i maestosi “alberelli” aventi fra i 50 e i 75 anni, da cui si ottiene il “Nero di Velluto”, premiato con “Diploma di Gran Menzione” al Vinitaly 2010 e medaglia d’oro nell’ambito del concorso enologico internazionale “Selezione del Sindaco” 2012.(durata max. 30/45 minuti)
Rientro per la visita alla cantina con l’illustrazione dei processi di vinificazione e la degustazione di 3 vini della casa in abbinamento a prodotti tipici del territorio.
(durata max. 60/90 minuti)
Infine, per sorprendere gli occhi e la mente, visita all’eremo artistico-esistenziale del pittore guagnanese Vincent (secondo la disponibilità dell’artista in quel giorno).
(durata max. 60 minuti)
10-15 persone: € 15,00 p.p. ; 5-10 persone: € 17,00 p.p. ; 3-4 people: € 20,00 p.p. ; 1-2 people: € 30,00 p.p.
d. Itinerario Naturalistico nell’area marina protetta di Porto Cesareo
1^ Tappa ore 09.30 – Stazione di Biologia Marina - Nel Museo è ben rappresentata la fauna marina, mediterranea e non, con ampie esposizioni sia di vertebrati che di invertebrati. Il Museo custodisce un ricco algario di mari pugliesi e una tra le più complete collezioni di conchiglie del Mediterraneo (1260 specie). Da poco è stato realizzato ed esposto il calco di uno squalo elefante di 7 metri. Visione del filmato “Oltre il Blu” sull’Area Marina Protetta di Porto Cesareo.
2^ Tappa ore 11.00 – Spunnulate – Spostamento in pullman alle “Spunnulate”, paesaggio tipico della costa ionica. Zona carsica ricca di doline di crollo dove è facile incontrare particolari forme di vita animale e vegetale. Visita con guida.
3^ Tappa ore 13.00 – Porto Cesareo – Consumazione del pranzo a sacco in un’area attrezzata. Servizi igienici a disposizione del gruppo.
4^ Tappa ore 14.00 – Isola dei Conigli – Trasferimento in barca all’Isola dei Conigli distante meno di 300 mt. dalla costa. Passeggiata con guida sull' Isola per osservare numerose specie vegetali: il limonio salentino, la salicornia, lentisco, rosmarino, malva e una folta pineta. Tempo libero per giochi di gruppo e per chi vuole fare il bagno o prendere il sole.
5^ Tappa ore 15.00 – Escursione in barca – Giro in barca nella zona “C” dell'Area Marina Protetta e spiegazione delle principali forme di vita animali e vegetali che caratterizzano questo tratto di mare. Durante il trasporto in barca, grazie alla bassa profondità e alla limpidezza delle acque sarà possibile osservare i fondali marini di questa bellissima riserva marina.
6^ Tappa ore 16.00 – Porto Cesareo – Rientro nel porticciolo di Ponente di Porto Cesareo. Tempo libero a disposizione per acquistare qualche souvenir o per gustare un ottimo gelato.
Costo a persona: € 16,00 (min. 25 pax) – 1 gratuità ogni 15 paganti + 4 accompagnatori per pullman gratis Su richiesta e prenotando anticipatamente è possibile consumare il pranzo in un ristorante convenzionato.La quota comprende: tutti gli ingressi nei luoghi da visitare descritti nel programma se previsti, tutti i trasporti in barca, assistenza delle guide e dei biologi, le attività didattiche e/o ricreative, assistenza in loco a seguito del gruppo, assicurazione per le visite guidate. La quota non comprende: il trasporto , il pranzo

e. Visite guidate a Lecce in bicicletta:
La partenza è presso il CASTELLO CARLO V, si prosegue verso la Chiesa di Santa Chiara e Chiesa di San Matteo, poi lungo via Conti di Lecce e Via Marco Basseo con tanti palazzi antichi e alcune soste per ammirarli dall'esterno, arrivati a Porta Rudiae si percorre Via Libertini con la Chiesa del Rosario, Chiesa di Sant'Anna e Chiesa di Santa Teresa, Via Palmieri fino a Porta Napoli, il giro prosegue nel cimitero monumentale dove si può vedere esternamente la Chiesa di San Niccolò e Cataldo, Parco di Belloluogo, si rientra nel centro storico passando per la Chiesa di Sant'Angelo, la Chiesa Greca, la Basilica di Santa Croce e Piazza Sant'Oronzo dove il tour si conclude e si riconsegnano le biciclette presso il Castello.
a partire da € 25,00 p.p.
Nel costo della visita guidata di Lecce in bicicletta sono compresi:
- Noleggio della Bicicletta per 3 ore (da uomo o da donna con cestino)
- Lucchetto
- Seggiolino a richiesta
- Guida turistica a disposizione per 2 ore circa
- Mappa di Lecce
f. Servizi Navetta:
Transfer da e per aeroporti, stazioni
Tour Giornalieri da € 35,00 a persona (solo autista) minimo 2 pax
· OTRANTO + FARO DELLA PALACIA E GALLIPOLI + DINTORNI
· GALATINA, CORIGLIANO D’OTRANTO, CASTRO, COSTA ADRIATICA E OTRANTO
· COPERTINO, NARDÒ, GALLIPOLI
· ABBAZIA DI CERRATE, BRINDISI, OSTUNI
partenza h 9,00 da Lecce* – i clienti vengono presi e lasciati nel luogo in cui alloggiano
ritorno h 14,00
Tour Giornalieri da € 50,00 a persona (solo autista) minimo 4 pax
· GALATINA, GALLIPOLI, CASARANELLO, SPECCHIA, SANTA MARIA DI LEUCA, COSTA ADRIATICA FINO A
OTRANTO
· ALBEROBELLO, LOCOROTONDO, MARTINA FRANCA, OSTUNI
· OSTUNI, POLIGNANO A MARE, BRINDISI
· MASSAFRA E MATERA
partenza 9,30 da Lecce* – i clienti vengono presi e lasciati nel luogo in cui alloggiano
rientro 19,00
*per clienti che alloggiano in altre località il preventivo verrà riformulato

FB RollOver1 1FACEBOOK                  Risultati immagini per foto logo instagramINSTRAGRAM                            Twetter 1TWITTER  

 

Reservation's Email : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scroll to top