Login Registrati

Accedi al tuo account

Username *
Password *
Ricordami

Crea un account

I campi segnati con asterisco (*) sono richiesti.
Nome *
Username *
Password *
Verifica password *
Email *
Verifica email *

Vieni a Napoli potrai partecipare a esclusive escursioni ;

  • Sinagoga

    Sinagoga

  • Visit Pompei

  • Napoli giro città

  • Museo del Tesoro di San Gennaro

    Museo del Tesoro di San Gennaro

  • Visit Capri

    Visit Capri

Itinerari fuori della Campania: Sicilia

Giardini Naxos / Taormina /Parco dell’Etna /Riviera dei Ciclopi

  

1° Giorno: Giardini Naxos

 Partenza per la Sicilia  la regione più vasta del nostro paese. Pranzo libero lungo il percorso, (o su richiesta prenotato in ristorante). Arrivo previsto in serata nella località balneare ai piedi dell’ Etna, spesso si possono ammirare le spettacolari  lingue di fuoco dalle fauci del vulcano ancora  in attività, sistemazione in hotel cena e pernottamento.

 

2° Giorno: Zafferana Etnea e il Vulcano Etna

 Dopo la prima colazione partenza  per Zafferana Etnea, da dove si sale in funivia a quota 2600 metri, con visita guidata del colosso siciliano che arde ancora vigoroso con periodiche eruzioni. Curiosità: L’Etna più di trecento anni fa , ha formato una grotta, chiamata “ Grotta del Gelo”, dove al suo interno conserva, da innumerevoli secoli, un ghiacciaio. Dalla vetta quando l’aria è tersa, si godono vastissimi orizzonti panoramici di grande bellezza, fin sopra Siracusa e oltre fino alle Eolie. La vegetazione è molto fertile con castagni, pini , larici e faggi maestosi a formare uno dei più bei boschi dell’Italia  meridionale. Un monumento vegetale lo si  può osservare nella zona di S. Alfio, o di quel che resta del celebre “castagno dei cento cavalli”, il cui perimetro è di circa 60 metri. Dall’alto del Monte Zoccolaro si ha una buona visione d’insieme del Vulcano, con una voragine larga una ventina di chilometri. Lungo le pareti scoscese sono le colate laviche ben visibili. Pranzo libero, (oppure su richiesta in ristorante convenzionato). Nel pomeriggio visita a Taormina, da dove, al di sopra di un colle roccioso, si domina Mazzarò e Giardini. Da visitare l’Isola Bella,  ornata di  palme e vegetazione, posta ai piedi di Taormina, sulla spiaggia di Mazzarò:  la si può raggiungere a piedi, quando ci sono le basse maree. Interessante i vari monumenti del centro storico:  il Duomo, che sembra una rocca per la sua merlatura, e il teatro Greco. In serata ritorno in hotel cena e simpatica passeggiata sul lungo mare di Giardini.

 

3° Giorno: Riviera dei Ciclopi e Siracusa

 Colazione e partenza per la Riviera dei Ciclopi  con  Acicastello,  stazione balneare dove, su una rupe, sorge il Castello Normanno, Acitrezza, famosa per le Isole dei Ciclopi, che sono  pittoreschi  faraglioni  che emergono dalle acque e Acireale, legata alla leggenda dei Ciclopi e antica colonia Greca. Interessante il Palazzo Comunale e le Terme di S. Venera, con acque solfuree. Si prosegue per  Siracusa, dove si consiglia una visita guidata. Da visitare:  le rovine del Tempio di Apollo, il più antico tempio dorico siciliano, l’anfiteatro romano del III° sec. A. C., quasi completamente scavato nella roccia, le cui dimensioni sono come quelle dell’anfiteatro di Verona; il Teatro Greco, con un raro esempio di architettura Greca, ospita spettacoli da circa 1000 anni. Famose sono le rappresentazioni greche che si svolgono, ormai, tutti gli anni. Nella “Latomia del Paradiso”, c’è una cava calcarea profonda dai 20 ai 30 metri che comprende l’Orecchio di Dionisio. Curiosità: la grotta calcarea è stata costruita dall’uomo. La particolarità di quest’opera è quella di riuscire ad amplificare qualsiasi suono o bisbiglio. Caravaggio, vista la somiglianza con l’orecchio e visto il potere acustico, la chiamò “orecchio di Dionisio”; da qui nacque anche la leggenda.

 

4° Giorno: Catania  e Rientro

 

Partenza per Catania, una breve visita  alla splendida città d’arte barocca che conta  una lunga serie di insediamenti nel corso dei secoli da parte di vari popoli: cartaginesi, greci, normanni e romani. Tutti, al loro susseguirsi, lasciarono visibili tracce:  il Teatro, l’Odeon,  il Duomo di Sant’Agata, patrona della città, che conserva nella cappella un ricco tesoro. Partenza per il rientro.  Durante il tragitto sosta per il pranzo libero, oppure su richiesta in ristorante convenzionato.

 

FB RollOver1 1FACEBOOK                  Risultati immagini per foto logo instagramINSTRAGRAM                            Twetter 1TWITTER  

 

Reservation's Email : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scroll to top